domenica 22 dicembre 2013

Registi hard

Scrive La Repubblica: "Lavitola filmò Berlusconi con prostitute a Panama"... 

"gran parte delle inquadrature sono dalla vitola in giù"

Gestualità facciale

Era nel suo destino fare il rottamatore... Se unisci i nei sulla faccia di Renzi ottieni un dito medio

giovedì 12 dicembre 2013

Quanto costa uscire dall'euro?...

... se lo chiedono a Il Sole 24 Ore nel numero di oggi.

Che buffo, proprio l'altra sera mi chiedevo:

"quanto costa entrare in un Night ?"
Priorità differenti...

martedì 10 dicembre 2013

Eterna promessa

Liberamente tratta da "Terra Promessa" di Eros Ramazzotti



Siam democratici d'oggi
pensiamo sempre al D'Alema
e guardiamo ad Alfano
da molto lontano
parlare è la nostra passione
fare i ganzi tra la gente
sentirsi dei veri piacioni
anche se con nei molto brutti

Siam democratici d'oggi
sindaci in questa città
dentro a cinema vuoti
ci mandano a parlar
poi rimaniamo da soli
nella sala già oscura
e il sinistro elettore
ci fa un po' paura

Finché qualcosa cambierà
Finché il consenso ci darà...

Un'eterna promessa
di un partito diverso
dove crescere i nostri ideali
noi non ci fermeremo
non ci stancheremo fino a quando
li rottameremo

Siam democratici d'oggi
toscani di estrazione
con un governo davanti
e voglia di successione
noi siamo fatti così
guardiamo sempre al futuro
e di quel che è passato
ce ne freghiamo di sicuro

Finché qualcosa cambierà
Finché il consenso ci darà...

Un'eterna promessa
di un partito diverso
dove crescere i nostri ideali
noi non ci fermeremo
non ci stancheremo fino a quando
li rottameremo

giovedì 5 dicembre 2013

lunedì 2 dicembre 2013

Legnini pontifica

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giovanni Legnini ha definito "eccessive e ingenerose" le reazioni al caos sulla tassazione della casa...
E' un po' come se all'indomani di Hiroshima gli americani avessero detto: "tutto sto baccano per un po' di fumo!"

mercoledì 27 novembre 2013

1º gennaio 2014

Festeggeremo un nano nuovo?

Bruno la frottola

Liberamente tratta da: "Gigi la trottola"




Piccolo sei (oh Bruno)
rotondo un po' (oh Bruno)
e poi tu sai sempre tutto lo so (ah! ahh!)


ma come fai (oh Bruno)
dimmelo tu (oh Bruno)
a diventare un pallone lassù

Tutto il tuo partito punta su di te
delle castronate sei un Re, un secchione,
la tua città ti chiama già Bruno la FROTTOLA


Brutto non sei (oh Bruno)
ma bello no (oh Bruno)
eppur con le stanghe t'arrangi lo so (ah! ahh!)


ma come fai (oh Bruno)
dimmelo tu (oh Bruno) 
a saper tutto e fors'anche di più


tutte le stagiste stanno intorno a te
dicono che tu sei grande Re, campione
gridano già guarda un po' qua, c'è Bruno la FROTTOLA

La senatrice si sa che ti piace
ma lei con te no, non ci sta (oh! nooo!!)
Mettiti in luce con fare pugnace
vedrai che poi ti noterà


Bruno però, fermati un po'
alle c...ate di un po' no


(oh! Bruno) (oh! Bruno) (ah! ahh!)
(oh! Bruno) (oh! Bruno)

Tutto il tuo partito punta su di te
delle castronate sei un Re, un secchione,
la tua città ti chiama già Bruno la FROTTOLA

La senatrice si sa che ti piace
ma lei con te no, non ci sta (oh! nooo!!)
Mettiti in luce con fare pugnace
vedrai che poi ti noterà


Bruno però, fermati un po'
alle c...ate di un po' no
la tua città ti chiama già Bruno la FROTTOLA



La Santanchè pronta per gli scontri di piazza

"Ho il rossetto carico"

venerdì 11 ottobre 2013

Dialogo sulle automobili

"Che bella la tua auto!" - "Per forza, è una Volvo"
"Che figata la tua!" - "Certo, è una Vulva"

giovedì 3 ottobre 2013

lunedì 23 settembre 2013

Consulenze agrarie

Una grandinata mi ha distrutto tutti i Peri... domani arrivano i Periti dell'assicurazione per una valutazione.
A me è successa la stessa cosa con i Peschi... devo chiamare i Peschiti?

venerdì 20 settembre 2013

Dichiarazioni del Presidente della Repubblica

Napolitano: "spegnere il conflitto tra politica e giustizia"

Ghedini: "no, proprio ora che le toghe si erano incendiate così bene!!!!"

giovedì 5 settembre 2013

Da Repubblica...

..."Ici alla Chiesa, biotestamento e Rai: la trattativa segreta tra Pdl e Vaticano"

Questi BI-GOTTI TEDESCHI !!!

mercoledì 4 settembre 2013

C'eravamo quasi

Liberamente tratta da:
"L'estate sta finendo" dei Righeira



Il Governo sta finendo
e un nano se ne va
io rimarrò in mutande
ma che mi fregherà.
In banca di milioni
non ce ne sono più
le solite cambiali
ma paghi anche tu.

Languidi brividi
come il ghiaccio bruciano
quando penso che
lasciaci
tutti in mezzo ai debiti
a nuotare in alto mar.

E' tempo che i gendarmi
arrivino in città
il Governo sta finendo
ma che mi fregherà.
Io sono un poveraccio
non è una novità
tu hai già chi ti consola
ma il governo finirà.

Languidi brividi
Il Governo sta finendo
e un nano se ne va
io rimarrò in mutande
ma che mi fregherà.
Una sentenza e via
è tutto quel che ho
ma state pur sicuri
che non la scorderò.
Il Governo sta finendo
e un nano se ne va
io rimarrò in mutande
ma che mi fregherà.


venerdì 23 agosto 2013

sabato 3 agosto 2013

Svelati gli inquietanti piani della guerra civile promossa dal PDL

Partenza da Rapallo e arrivo a Portofino in tempo per l'aperitivo.
Anteprima del contenuto di alcuni striscioni: "il sangue scorrerà a fiumi nei nostri Bloody Mary!"

giovedì 1 agosto 2013

Reazioni alla condanna di Berlusconi

Berlusconi dovrà pagare 5.000 euro in solido per le spese processuali.
"Cribbio, con me ho solo liquidi!"

Berlusconi condannato

Insolita ferocia della giustizia italiana: Berlusconi dovrà pagare all'Agenzia delle Entrate ben 5.000 euro per le spese processuali

mercoledì 31 luglio 2013

Che Fico

Liberamente tratto da  "Che Fico", di Pippo Franco


Fico (che fico)
sognare
d'avere un rimborso
da parla -
mentare
e in tasca ai pantaloni
un po' di soldoni
da spendere in pizze frittatine babà e pastierine
per me che sono Fico

(che fico)
avere
il proprio portaborse
che fico
comprare
un mucchio di accessori
che fico
uscire
con quella barba incolta sulla faccia
che tu puoi avere solo se sei fico

(che fico)
andare
in aula a votare
con tutta
la banda
guastare la riunione
inveire
urlare
a quelle ex grilline che vedendoti votare poi sospirano così...
ma è proprio fico quello lì?
ma guarda che barbetta e che stil
io me ne frego e vado lì
vado da Fico, insieme a Fico

Fico
(che fico)
entrare in commissione
vigilare
stralciare
cassare da morire
per bene, impazzire
giocarsi la salute in menate, poi della RAI non me ne importa proprio
un fico

(che fico)
andare
insieme a tanta gente
in piazza all'aperto
urlare il tuo sconcerto
insultare
aizzare
e poi agitare l'aria con un gesto del tuo dito che ti fa sentire fico

(che fico)
che vita
partire una mattina
per fare una gita
scherzare dal pulmino
la stampa
che sballo
con quelle giornaliste che ad ogni tua battuta poi sospirano così...
ma è proprio fico quello lì?
ma guarda che barbetta e che stil
io me ne frego e vado lì
vado da Fico, intervisto Fico

sabato 20 luglio 2013

Migrazioni


Prima era un grosso guaio a Chinatown... ora il problema ce l'abbiamo sul groppone noi.

Collezione lega primavera-estate

Lanciato il nuovo "cappello del dirigente leghista"; utile per la protezione dai colpi di sole tipici della stagione calda, ma anche impermeabile all'acqua e rigorosamente in colore verde-lega. Secondo indiscrezioni i principali testimonial della nuova linea di copricapi saranno Calderoli e Borghezio.

lunedì 15 luglio 2013

Estate

(Liberamente tratta da "Estate" dei Negramaro)

In bilico

tra fanta ed estathe
sorretto da
un'insensata voglia
di sorbetto
e resto qui
al banco del birraio
ad umettar
le labbra
che si asciugano
un bel po'

non senti che

si muore dal caldo
nascondo
questa mia ascella
quando mi guardi

non senti che

si muore dal caldo
è il segno del sudore che
vorrei potesse non venire mai

(SUDAI, SUDAI)


in bilico

tra tutti i miei berrei
non sento più
quell'insensata voglia
di sorbetto
che mi lascia qui
al banco del birraio
a ingurgitar
nocciole
che forse mai
digerirò

non senti che

si muore dal caldo
nascondo
questa mia ascella
quando mi guardi

non senti che

si muore dal caldo
è il segno del sudore che
vorrei potesse non venire mai

(SUDAI, SUDAI)


in bilico

tra amici che
non pagano
e tanto il caldo
passa e appassirai
come fai tu
in bilico e intanto
il caldo passa e la sete non passa mai

nascondo

questa mia ascella
quando mi guardi

non senti che

si muore dal caldo
è il segno del sudore che
vorrei potesse non venire mai

martedì 2 luglio 2013

Ci son due ex di Grillo...

(Liberamente tratto da "I due Liocorni")

Ci son due ex di Grillo
con uno Scilipoti,
due piccoli perdenti, un'aquila fascista
un gatto e un topo comunista
non manca più nessuno
solo non si vedono i due più onesti

Un giorno Crimi dentro al Senato andò
ed i parlamentari volle intorno a sè:
"Casalegno arrabbiato la macumba manderà...
la colpa è tutta vostra, anch'io vi mollerò"

Ci son due ex di Grillo
con uno Scilipoti,
due piccoli perdenti, un'aquila fascista
un gatto e un topo comunista
non manca più nessuno
solo non si vedono i due più onesti

E mentre s'allarmavano i parlamentari
si vide arrivare un grande ribaltone
e amico dopo amico la fuga cominciò
"Non posso più aspettare: presto scapperò"

Ci son due ex di Grillo
con uno Scilipoti,
due piccoli perdenti, un'aquila fascista
un gatto e un topo comunista
non manca più nessuno
solo non si vedono i due più onesti

E mentre Letta lesto andava a governare
l'Italia era lontana dai suoi parlamentari
e Crimi non pensò più a chi lo abbandonò
ma poi chi se ne frega di quei due onesti.

Un video bellissimo contro inutili buonismi


La parte finale è assolutamente geniale e fuori di testa.

martedì 28 maggio 2013

Domanda ontomologica

ma il Grillo salta?

Elettore deluso

Le tristi confessioni di un ex elettore di Alemanno
(Liberamente tratto da Marina, di Gianni Morandi)

Mi sono interessato di Marino,
un candidato nuovo e carino.
Lui prima era stato un gran dottore
che ora sogna una città migliore,
cosa farà per conquistarci il cuore.
Un giorno entrerò in quella scuola
e il cuore batterà a mille all'ora
la scheda in mano
pronto per votare
farò il mio segno e il cuore calmerò.
Marino, Marino, Marino,
ti voglio al più presto votar
Marino, Marino, Marino
ti voglio al più presto votar.
Oh mio candidato, no non mi tassare,
non mi devi rovinare
O no no no no no.
Oh mio candidato, no non mi tassare,
non mi devi rovinare
O no no no no no.




lunedì 27 maggio 2013

Paperopoli

Al primo turno ad Alemanno non è bastato l'impegno profuso dai suoi nipotini, Qui, Quo e Qua.

venerdì 24 maggio 2013

Obiettivi

Non sei tu che sei sbagliato. Sono gli obiettivi che ti sei dato che non sono giusti per te

lunedì 20 maggio 2013

Insicurezza...

L'insicurezza è come l'ernia: sotto pressione trova sempre un modo per uscire fuori.

venerdì 17 maggio 2013

Vota ancora noi


Liberamente tratto da una vecchia pubblicità della Coca Cola

Vorrei tassare tutti voi
col marito di mia zia (marito di mia zia)
auguri Letta Letta e poi
governo in armonia (vota ancora noi)
auguri Letta Letta e poi, governo in armonia (voto in armonia)
pagate tutti le diarie a noi, na na na na na

Saldami


Liberamente tratto da “Salvami” dei Modà

E va sempre così…
che tanto il pezzo non ti torna
E va sempre così…
che premi ma non c’è la fiamma
E va sempre così…
che vuoi scaldare ma non servirà
soltanto una passata…

Saldami e allunga quel cannello verso me
Prendimi e non lasciarmi raffreddare
Saldami e insegnami a rifarlo come te
e a dare più calore

E va sempre così…
che tanto il pezzo ti si sforma
E va sempre così…
aspetti un tondo ed esce un rombo
E va sempre così…
che credi di aver tempo e invece è già
scesa oramai la sera

Saldami e allunga quel cannello verso me
Prendimi e non lasciarmi raffreddare
Saldami e insegnami a rifarlo come te
e a dare più calore…
Saldami e cola piombo fuso su di me
Spalmami e non lasciarlo mai cadere
Saldami e insegnami a rifarlo come te
e a dare più calore…

mercoledì 15 maggio 2013

Sentenze

Interrogato sui propri guai giudiziari Berlusconi risponde:
"alla gattabuia ho sempre preferito la topa chiara".

martedì 14 maggio 2013

Abitudini italiche

Allora, vediamo se ho capito il meccanismo. Dal momento che sono uscito dal liceo scientifico con un bell'otto in italiano, è impossibile mi si possa contestare qualsivoglia errore di scrittura. Lo esigo! Se un consesso di professori liceali, tutti dotati di adeguato titolo di studio e in ciò incaricati ufficialmente dal Ministero della Pubblica Istruzione, hanno stabilito che la mia conoscenza della lingua italiana sia (generalmente parlando) da otto, non tollero critiche da nessuno.
Questo in analogia a quanto dichiarato da Berlusconi e dal suo coro greco in occasione di ogni passaggio giudiziario delicato. Siccome lui è stato votato da milioni (qualcuno vorrebbe dire miliardi e si capisce che si trattiene a stento... prendete Gasparri per esempio) di italiani, tutti nel pieno delle proprie facoltà mentali, non può essere giudicato in un processo. Eh no, perché qualora anche fosse riconosciuto colpevole per via giudiziaria, gli italiani dimostrerebbero, con il loro voto, di apprezzare i colpevoli di reati: in virtù di questo ragionamento, il voto di una minoranza del popolo italiano lo scagionerebbe da qualsiasi accusa. Allo stesso modo, quegli allora gloriosi professori avrebbero sancito la mia sempiterna capacità d'utilizzo della lingua italiana, a dispetto di qualsiasi involontario scivolone.

In Tribunale

Giudice: "la condanno a 30 anni con la condizionale"
Imputato: "Allora si dice la condannerei..."

lunedì 13 maggio 2013

E finalmente fu... l'Epifania

Tutti gli elementi sono chiari: la manifestazione del salvatore è giunta. Epifani, battezzato così non a caso, è il tanto atteso leader che il PD stava fiduciosamente aspettando, ennesima prova che nella storia nulla accade senza un disegno superiore. E finalmente questa speranza ha ora un volto preciso, con buona pace di Renziani e Giovani turchi. Epifania, dal greco epifanio, "mi rendo manifesto", ha addirittura assunto per l'occasione una nuova accezione, "mi vendo il manifesto" (prima mossa pubblica del neo segretario). Aspettiamo ora la Befana, che a cavallo di una scopa di saggini, ci porterà in dono tante proposte di riforma per il Paese.

domenica 12 maggio 2013

Speranza

Poco tempo fa il PD era senza Speranza. Ora l'ha trovato.... ma era decisamente meglio prima

mercoledì 8 maggio 2013

Sarà perché votiamo

Che confusione, sarà perché votiamo
è un’elezione, ma sembra un gran casino
ci sono Monti, Ingroia e Giannino
Bersani e Grillo, mi sa che c’è anche Alfano

Andiamo in Ritmo, si accende col sospiro
è tutta nera, presa di quarta mano
cade un cerchione, ma dove cacchio stiamo
che te ne frega, intanto noi votiamo

E vota vota si sa, a Roma un altro ci va
e vota vota con me, in Parlamento perché
se ci finiamo io e te
portiamo dietro un cannone, sfondiamo il portone
e poi fuggiamo da me.

E vota vota si sa, tutti che vincono qua
e vota vota con me, è un gran casotto perché
la maggioranza non c’è
con questa elezione, ma che confusione
ed il Governo è per tre

Ma dopo tutto, che cosa c’è di strano
è un’elezione, la mano ci prendiamo
cade il Governo, allora rivotiamo
cade il Governo, e dai che rivotiamo!

Chi eleggeranno? Magari il mio vicino
col Movimento, altro che Pomicino
forse è un po’ matto, ma cosa c’è di strano
anche se a caso, almeno noi votiamo

E vota vota si sa, a Roma un altro ci va
e vota vota con me, in Parlamento perché
se ci finiamo io e te
portiamo dietro un cannone, sfondiamo il portone
e poi fuggiamo da me.

E vota vota si sa, tutti che vincono qua
e vota vota con me, è un gran casotto perché
la maggioranza non c’è
con questa elezione, ma che confusione
e il Governo dov’è?

e se il Governo non c’è 
in Europa che facciamo 
che figurone, sarà perché votiamo

lunedì 6 maggio 2013

Son Napolitano


liberamente tratta da L'Italiano (di Toto Cutugno)

Lasciami governare
con la Mont Blanc in mano
lasciami giovernare
son Napolitano

Impara Letta dei discorsi a mente
con quella faccia che non sa di niente
con Alfano alla sua destra
e il Brunetta sopra la finestra

Buongiorno Italia con i tuoi Ministri
saran ventuno, quasi tutti impiastri
spenderanno con amore
con il cuore
per il Paese che poi dovran tassare

Buongiorno Italia
con Radio Maria
la sento dal citofon della zia
buongiorno Dio
quaggiù faccio tutto io

Lasciami governare
con la Mont Blanc in mano
lasciami governare
per il paese ho un bel piano
lasciami governare
perché non sono Alfano
son Napolitano
Napolitano vero.

Buongiorno Italia che non si spaventa
se la Germania sempre se ne inventa
con un governo un po’ rosso e un po’ blu
e la grancassa suonata alla TV
Buongiorno Italia col futuro ristretto
e le speranze chiuse al gabinetto
con i cervelli che van via
e gli agguati giù alla pizzeria

Buongiorno Idem
buongiorno D’Alia
rimpiangeremo il buon Pisapia?
buongiorno Dio
quaggiù faccio tutto io

Lasciami governare
con la Mont Blanc in mano
lasciami governare
per il paese ho un bel piano
lasciami governare
perché non sono Alfano
son Napolitano
Napolitano vero.

La la la la la la la la... 

sabato 4 maggio 2013

Giochiamo a "Trova il Ministro"

Era una notte buia e tempestosa in cui si decidevano le sorti del paese. Sul viale una Carrozza trainata da magnifici cavalli Bray, stanchi, stremati e affamati come Lupi avanzava a stento sotto la pioggia battente. Ma non ci si poteva fermare, bisognava consegnare la missiva prima dell’alba. La soffiata andava Letta da chi di dovere prima che la decisione divenisse operativa. Attraverso i Cancellieri la carrozza entrò nel palazzo e si arrestò davanti all’ingresso. Mauro balzò giù all’istante. Orlando Idem, trovandosi però in mezzo ad una pozzanghera di dimensioni enormi: per l’accaduto inveì ai danni Del Rio che gli aveva infradiciato tutte le scarpe trasformandolo in una specie di Trigilia. “Sta Bonino”, lo ammonì il compagno di viaggio mentre si dirigeva a passi spediti verso il portone. Bussò e l’eco che ne derivò rimbombò fin su ai Griffi che si trovavano sulla balaustra.
“Kienge?”, si udì da dentro.
“Siamo i romani, i figli De Girolamo”, rispose Mauro, portiamo una lettera importante; la dobbiamo consegnare subito al piccolo veneto.
“Chi?”, rispose la voce da dentro.
“Come chi?”, si stupì Orlando, “Lorenzin Zanonato!”
“Sei proprio il solito Quagliariello…”, lo apostrofò Mauro, “quante volte ti ho detto di non fare nomi dove possono sentirci?!?”.
“Scusa, ma chi vuoi che ci senta qui? I frati Franceschini del monastero qui vicino?”
Nel frattempo la porta si aprì e un refolo D’Alia si fece largo all’interno.
L’ospite li squadrò dalla testa ai piedi e sentenziò: “mi sembrate un po’ Giovannini per essere delle spie professioniste… ma quello che mi interessa è la lettera che portate con voi… tirate fuori i vostri Saccomanni e datemela subito”.
I romani fecero come gli veniva chiesto.
L’anziano ospite, con mano tremante strappò la ceralacca, spiegò il foglio, saltò subito alla parte che gli interessava: “i nuovi governanti incaricati saranno….”, trasse un respiro d’agitazione, chiuse per un momento gli occhi, poi proseguì (incredulo) nella lettura, “saranno Alfano e Romina Power!”….
Felicità.